News

Superpartes, digital transformation e startup

Da Brescia la sfida dell’IoT e della fabbrica 4.0 

Un Campus dove le startup che fanno Internet of Things trovano strutture e risorse per crescere; un Laboratorio al quale le imprese si rivolgono per sperimentare nuove soluzioni di trasformazione digitale; una Universitas che forma i giovani-digitali e li mette in contatto con le aziende. Questo è Superpartes Innovation Campus, società bresciana (ha sede in via Stassano) che opera con successo grazie alle competenze e alla passione di un gruppo di persone che da anni ricerca e lavora nel perimetro del digitale, dall’elettronica all’informatica, passando per le nuove forme di comunicazione.

A dargli vita sono Gianfausto Ferrari (presidente), Marino Piotti (ceo), Fulvio Primatesta, Luca Salgarelli, Marco Streparava. L’obiettivo: ispirare e supportare gli sviluppatori talentuosi a far partire la propria iniziativa; far emergere e interpretare il bisogno di innovazione del sistema industriale; sviluppare progetti autonomi e nuove aziende.

Le start up che il Campus sta incubando sono molte: Branditylab, design per la digital brand experience; Follio, intelligenza artificiale e archivio per gestire scontrini, fatture e bollette; RetAPPs, soluzioni per il retail basate sull’utilizzo di smartphone per l’acquisto in-store e out-of-store; CheckAPP competenze in diversi settori dell’healthcare; Codermine, progetta e realizza software e applicazioni Ios e Android.

Tra le ultime nate, due quelle di punta: 1Control e Inxpect. 1Control fornisce e produce soluzioni di home automation senza necessità di istallazioni. Il prodotto di punta è SOLO, un dispositivo grazie al quale il telecomando viene sostituito dallo smartphone. Inxpect rappresenta il futuro della motion technology. Realtà innovativa fin dagli esordi, al punto da suscitare l’interesse della Silicon Valley dove sono in corso trial tecnici, Inxpect inventa, progetta e realizza sensori intelligenti di movimento basati su radar di ultima generazione. Tre i mondi che Inxpect presidierà con la prima generazione dei suoi sensori: quello domestico, quello della sicurezza antintrusione, quello della sicurezza industriale.

Nella sostanza, un ambiente caratterizzato da nuovi paradigmi di sviluppo, che sta cercando nuove risorse per risultati sempre più importanti.