News

«Superpartes» innova e si confronta con i big

Bresciaoggi, 29 gennaio 2010

Usare lo smartphone per aprire il cancello di casa, mandare un «sos» dopo un incidente durante una corsa o far conoscere ad altri la propria localizzazione. Sono le novità applicative che saranno presentate a «Innovare sulle fondamenta della rete», il convegno in programma l’11 febbraio prossimo, dalle 9.30 all’hotel Villa Fenaroli di Rezzato, dedicato agli scenari del prossimo futuro nel mondo dell’information technology. Un appuntamento rivolto a tutti coloro che, in azienda, si occupano del settore It, promosso e organizzato da Superpartes spa: la neonata società bresciana (il debutto è dello scorso maggio, per iniziativa del fondatore di Onion, altra spa del settore), per l’occasione, ha coinvolto il gotha delle aziende innovative nel mondo con rappresentanti di Intel, Microsoft, Nokia, Telecom Italia e Acer.

Il tutto partendo dall’idea base che la capacità di connettersi in rete sarà presto estesa a una moltitudine di dispositivi. Nella convinzione che, chi saprà sfruttare al meglio questa trasformazione potrà realmente ambire a erogare servizi in linea con le esigenze di moltissimi utenti, oppure realizzare nuovi modelli di svago o intrattenimento. «Vogliamo dimostrare che si può fare innovazione anche a Brescia, senza dover per forza essere nella Silicon Valley – ha detto il presidente e amministratore delegato di Superpartes, Gianfausto Ferrari; Fulvio Primatesta è il responsabile del business -. Se siamo riusciti a coinvolgere nomi importanti significa che credono nelle nostra realtà: nel volgere di pochi mesi presenterà i primi risultati delle sue ricerche e procederà alla commercializzazione». A partire dal RayPhone, un dispositivo che consentirà di trasformare il proprio smartphone in un telecomando capace di aprire per esempio un cancello elettrico, ma che potrebbe permettere anche di gestire la tv o il dvd o la caldaia di casa. L’altra novità è il BeatBit, un sensore capace di rilevare i principali dati fisici (battito, temperatura, pressione, sudorazione) per poi inviarli al proprio telefonino e, nel caso serva, generare una chiamata automatica ad amici o numeri di emergenza. Un dispositivo sviluppato per l’attività wellness e fitness in collaborazione con il celebre cardiologo Maurizio Volterrani: oltre ad avere più funzioni di un normale cardiofrequenzimetro, offre la possibilità di agire come un dispositivo di emergenza.

L’ultima creazione presentata al convegno sarà «iEye», una sorta di segnalatore di posizione capace di implementare le funzioni gps di uno smartphone inviando un segnale che contiene la propria localizzazione o addirittura segnala il percorso a un server. Anche in questo ambito le applicazioni potranno essere diverse, iniziando dalla possibilità di far sapere dove ci si trova per sentirsi più sicuri, oppure comunicare alla sede la propria posizione per certificare di aver svolto un’attività, o per gestire in modo più razionale i percorsi di una flotta aziendale.
«Non facciamo altro che pensare a dar vita a cose utili, semplici e belle – ha spiegato il responsabile innovazione e sviluppo di Superpartes, Marino Piotti -, come fanno i grandi nomi oltreoceano. Se qualche anno fa siamo stati presenti alla nascita del web, oggi vogliamo muoverci in questo e altri settori dell’It».
La partecipazione al convegno è gratuita, il programma e il modulo di iscrizione sono consultabili e scaricabili sul sito www.superpartes.biz.